Marciana Borgo d'Arte

L'evento si è svolto in data 28 giugno 2018, all'aperto, a Marciana (Marciana).

Proseguono le iniziative di Marciana Borgo d’Arte, festival di arti contemporanee, patrocinato e supportato dal Comune di Marciana, dalla Regione Toscana e dal Parco Nazionale dell’Arcipelago Toscano, con l’obiettivo di rendere l’antico borgo medievale di Marciana meta culturale in grado di dar voce al variegato panorama delle arti figurative.

Giovedì 28 giugno il programma prevede un concerto e un aperitivo offerto con degustazioni di vini della Cantina Mazzei G. Battani, per festeggiare l’apertura della seconda serie di mostre di arte contemporanea visibili all’interno dei fondi trasformati in atelier d’artista ed aperti appositamente lungo le stradine e le scalinate color granito, rimaste miracolosamente intatte nel tempo, che rendono unico questo paese, fuori dalle mete del turismo di massa. 

“Marciana Borgo d’arte” è un progetto di residenza artistica nato per valorizzare comunicare e promuovere il patrimonio culturale dell’antico borgo. Un festival finalizzato a incentivare lo scambio culturale e la tutela del territorio e a supportare la crescita professionale di artisti locali e non. 

Alle ore 19.00, in Piazza della Gogna, a Marciana, si terrà la presentazione delle mostre delle sezioni di arti visive e di fotografia e un incontro con gli artisti; la prima esposizione (pitture ad olio, serigrafie e fotografie) è quella di Matteo Gennaro, “La Genesi. Il Mondo nuovo”, curata da Roberta Iannitti, che resterà in Piazza della Gogna fino al 18 luglio. La Genesi propone una riflessione sull’era della globalizzazione e del consumismo, nonché sulla frenesia che caratterizza la vita dell’uomo contemporaneo con il suo progressivo allontanamento dalla natura e la sua incapacità di interpretarne i messaggi. La mostra, volutamente pensata in diacronia, risulta divisa in due parti: la prima comprende i dipinti ad olio raffiguranti il “mondo nuovo”, la seconda gli esperimenti fotografici e serigrafici che rappresentano la “genesi”, ovvero il mondo prima che nascesse.                     

La seconda esposizione, sempre in Piazza della Gogna, si terrà in due diversi spazi:                                                                                           

Nel primo “Nox Amantibus”,  un progetto fotografico realizzato dal Collettivo Phoft Stories di Alessandro Beneforti. Filo conduttore di questo racconto per immagini risulta essere l’unione spirituale che lega due anime accomunate da un uguale destino; anime che da sole appaiono incompiute, ma che trovano la loro ragion d’essere nella continua e spasmodica ricerca della metà mancante.  Quest’anno i partecipanti sono: Paola Arnaldi, Massimo Forti, Margherita Mazzei, Margherita Neri e Simona Pieruzzini.

Nel secondo, una mostra fotografica di Elena Zulian, fotografa milanese di adozione elbana, dal titolo “Sviste”, un progetto senza una storia, un percorso appena iniziato: scatti isolati in momenti di ripresa diversi. Entrambe saranno visitabili fino al 3 luglio.

Alle 21.30 in Piazza di Chiesa, il concerto dei “Ravanatèra - canzoniere d’isole”: gli antichi stornelli, i canti di questua, le serenate e le filastrocche recuperate dalla memoria collettiva popolare da Sergio Rossi e Patrizia Piscitello e riproposte da un  coinvolgente quintetto musicale.

Proseguiranno invece fino a settembre l’installazione “L’eloquio dell’acqua”, composta da teli artistici di Luisa Brandi, all’interno della chiesina di San Liborio, la mostra di Angela Gall“Lei. Ieratica, erotica, eretica” nella Fortezza Pisana, e l’esposizione di legni d’ulivo a cura di Irregolarte di Andrea Romoli, nel fondo espositivo 3 in Piazza della Gogna. Vi aspettiamo!

Immagini

Informazioni

  • Orari: dalle 19 alle 23
  • Prezzo: L'evento è gratuito.

Scarica il programma dell'evento

Contatti

Categorie

Mappa dell'evento

Sponsor

Commenta l'evento

Nota: un moderatore deve approvare il commento prima che esso sia visibile al pubblico.

comments powered by Disqus

Sponsor