Mariangela D'Abbraccio e Geppy Gleijeses - Filumena Marturano

L'evento si è svolto in data 19 febbraio 2017, al chiuso, a Portoferraio (Teatro dei Vigilanti).

Mariangela D'Abbraccio e Geppy Gleijeses
Filumena Marturano

di Eduardo De Filippo
regia Liliana Cavani
produzione Gitiesse Artisti Riuniti

Filumena Marturano – forse la commedia italiana del dopoguerra più conosciuta e rappresentata all’estero – ha un ruolo centrale nella produzione di Eduardo De Filippo, collocandosi tra i primi testi di quella Cantata dei giorni dispari che, a partire da Napoli milionaria!, raccoglie le opere più complesse e problematiche in cui si riversano i drammi, le ansie e le speranze di un Paese e di un popolo sconvolti dalla guerra.

Domenico è furente perché Filumena, una ex prostituta che da anni vive con lui come la più paziente e sottomessa delle mogli, è riuscita a strappargli un matrimonio, facendogli credere che era in punto di morte. Poi, dopo quelle nozze in articulo mortis, era balzata dal letto, guaritissima e ferocemente soddisfatta di aver ripreso il suo posto legittimo nella casa che per tanti anni aveva contribuito a far prosperare. A quello stratagemma estremo s’era risolta perché, dopo mille avventure da lei sopportate in silenzio, il suo uomo voleva ora darle il benservito, per sposare una ragazza di vent’anni. E non era tutto, perché con una sorprendente rivelazione aveva raccontato di avere tre figli segreti, già grandi, e per giunta cresciuti a balia grazie ai denari rubati a Soriano. Questi va su tutte le furie, dichiara che il matrimonio gli è stato carpito con l’inganno e ne ottiene l’annullamento. Allora l’indomabile Filumena ripiega su un altro più sottile espediente: uno dei tre giovanotti è figlio di Domenico.

Nel dramma di Filumena, che rifiuta di rivelare all’amante quale dei tre figli da lei messi al mondo sia suo, De Filippo dichiarava di aver inteso rappresentare un’allegoria dell’Italia lacerata e in larga misura depauperata anche moralmente, e prefigurarne la dignità e la volontà di riscatto.

Biglietti
platea 20,00 euro
palchi 15,00 euro
ridotto 10,00 euro (under 25, over 65, militari)
La biglietteria apre un’ora prima dello spettacolo.

Prevendita
Cosimo de' Medici, Calata Mazzini 37
Lunedì, mercoledì, giovedì e sabato in orario 8.30-12.30 e 15.30-19.30, martedì e venerdì in orario 8.30-12.30 e 17.30-19.30.
Infoline 0565 944024

Immagini

Informazioni

  • Orari: 21,15
  • Prezzo: Il prezzo dell'evento non è specificato.

Contatti

  • Organizzazione: Teatro dei Vigilanti
  • Telefono: 0565 944024

Categorie

Mappa dell'evento

Sponsor

Commenta l'evento

Nota: un moderatore deve approvare il commento prima che esso sia visibile al pubblico.

comments powered by Disqus

Sponsor