Festa di fine vendemmia all'Azienda Montefabbrello

L'evento si è svolto in data 28 settembre 2015, sia all'aperto che al chiuso, a Portoferraio (Az. Agricola Montefabbrello).

Lunedì 28 settembre sarà un giorno particolare a Montefabbrello. L’ultimo lunedì del mese della vendemmia, da sei anni a questa parte è stato trasformato in un giorno di festa da Dimitri e Nelly, titolari dell’omonima azienda agricola, che hanno voluto rispolverare un’antica tradizione elbana, quella della Festa di Fine Vendemmia, per ringraziare i loro collaboratori, incontrare amici e colleghi e rievocare uno dei riti più caratteristici dell’agricoltura elbana: quello della zampicatura, ovvero la spremitura dell’uva con i piedi.

“Zampicare l'uva – si legge sul sito dell’azienda - osservare il suo nettare scorrere lungo il palmento (una piccola costruzione di granito, dove fin dall'antichità veniva pigiata l'uva con i piedi), fino a vederlo rifugiare in una piccola botte di rovere, è un rito. Una sfida alle nuove tecnologie, utilizzando la passione come mezzo e la tradizione come fine”.

E sono in molti a mettersi in fila per partecipare materialmente a questo rituale, anche perché, fin dal primo anno, solo chi partecipa fisicamente alla zampicatura ha diritto alle prime bottiglie di quell’annata della Ansonica Zampicata, divenuto ormai il prodotto-simbolo dell’azienda. “L’ansonica è ormai l’ultima uva che ci è rimasta in vigna – ci racconta Dimitri Galletti, che si occupa personalmente della vinificazione – in queste ore stiamo raccogliendo quella che andrà ad appassire sui graticci per poi trasformarsi nell’omonimo passito, le ultime cento cassette le lasceremo per la zampicatura. Questa del 2015 è stata un’ottima vendemmia e conseguentemente originerà un’ottima annata per i vini dell’isola d’Elba, sia per quantità che per qualità”.

Come ormai consuetudine, la Festa di Fine Vendemmia di Montefabbrello non sarà fine a se stessa: al mattino, presso il Ristoro Agricolo, si terrà un mini – convegno dal titolo "Le api, il motore dell'agricoltura‎ elbana", curato dall’apicoltore Mauro Giusti. A seguire, ci sarà la chiusura dell'iniziativa benefica legata alla zampicatura: “Ogni anno - ricorda ancora Dimitri Galletti - doniamo un euro a bottiglia a chi fa volontariato. Lo scorso anno, i proventi della vendita dell’Ansonica Zampicata sono stati destinati al Circolo Pertini per potenziare le azioni dell'associazione che agisce soprattutto col mondo della scuola e nel sociale. Quest’anno ci sarà il passaggio di consegne fra il Circolo Pertini e la parrocchia di Santo Stefano alle Trane, con il ricavato della nostra iniziativa che verrà destinato alla costruzione del nuovo oratorio di quella che è materialmente e territorialmente la nostra parrocchia di riferimento”.


Mappa dell'evento

Informazioni

  • Prezzo: Il prezzo dell'evento non è specificato.

Contatti

  • Organizzazione: Azienda Agricola Montefabbrello